Disabilità visiva

Emianopsia: cause e caratteristiche di questo deficit visivo

Emianopsia cause

Il Dott. Catalano ci propone un approfondimento sull’emianopsia: cause e caratteristiche

La nostra redazione ha il piacere di ospitare in questo spazio virtuale il Dott. Catalano: medico chirurgo oculista, laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro ed esperto nella diagnosi e cura delle patologie retiniche, della cornea e del glaucoma. Il Dott. Catalano ci fornisce un approfondimento sull’emianopsia: cause e caratteristiche, mettendo a disposizione dei lettori competenze e conoscenze in grado di fare luce su questo peculiare deficit visivo.

Funzionamento e componenti delle vie ottiche

Questo deficit visivo consiste in un danno parziale alla metà del campo visivo e può essere monolaterale o bilaterale cioè coinvolgente un occhio o entrambi. Qualsiasi danno che va dalla corteccia cerebrale alla retina può provocare un danno al campo visivo.

Le vie ottiche sono costituite da tre componenti funzionali:

  • Ottica: dalla cornea alla retina.
  • Retinocorticale:dalla retina alla corteccia visiva primaria.
  • Integrativa: dalla corteccia visiva primaria alla corteccia parietale e temporale correlate alla visione.

La componente ottica trasporta il segnale luminoso alla retina. Nella sezione retinocorticale il segnale arriva ai fotorecettori che trasformano il segnale luminoso in un segnale elettrico e così viene trasmesso alla corteccia visiva per una codifica elementare.

Nella porzione integrativa il percorso occipitoparietale integra le informazioni di movimento e profondità nella percezione spaziale. Il percorso occipitotemporale integra le informazioni di forma e colori in simboli riconoscibili.

Leggi di più

Carmine Catalano
Medico chirurgo oculista di Catanzaro.

Vuoi sapere di più sui trattamenti per emianopsia?

👇 Condividi questo articolo con persone che potrebbero essere interessate.